lunedì 4 maggio 2015

Newzz

Ciao bella gente :D
Allora, scrivo essenzialmente per tre motivi, il primo dei quali è fare un post relativo al ritorno (avvenuto ormai da quasi 2 anni e non me ne capacito ancora) e a cosa si prova blabla. Dunque, non nascondiamoci dietro un dito: essere a casa con la propria famiglia, godere del cibo italiano preparato dalla nonna e uscire con i propri amici è molto molto bello. Ciò non toglie che, anche a distanza di due anni, l'America rimanga un pensiero fisso. Ammetto che ogni tanto mi sdraio sul mio letto e mi metto ad osservare la bandiera americana che ho appeso alla parete e insomma, i ricordi tornano in mente. La voglia di tornare là non se n'è andata, anzi forse è più grande e cresce ogni giorno di più. E so che un giorno tornerò là, nella mia Pittsburgh, magari per la magistrale, e chissà chi si ricorderà di me e chi no. Ad ogni modo, devo dire che a distanza appunto di due anni ormai forse non me ne rendo più conto, ma i cambiamenti in me si sono visti. Per quanto mi riguarda quest'esperienza mi ha reso una persona più determinata perché ora sono consapevole che qualsiasi cosa io voglia raggiungere, la raggiungerò. Una persona più indipendente perché se a 17 sono andata via di casa beh, che sarà mai farlo a 20 e per giunta nel tuo paese natale. Una persona estremamente orgogliosa di sé e dell'esperienza che ha vissuto, che se solo me la nomini inizio a parlare per ora e nessuno mi ferma, e quando ho finito di descrivere il tutto non c'è persona che non mi dica "cavolo, avrei voluto farlo anch'io". Insomma, questo è ciò che si prova al ritorno.

In secondo luogo volevo annunciare UFFICIALMENTE al mondo intero che...rullo di tamburi...
DYLAN È ARRIVATO IN ITALIA!!!!
Per chi di voi non lo sapesse, Dylan (quello biondo) ora lavora per l'aeronautica statunitense, e il suo gruppo ha la base ad Aviano, vicino Venezia, e staranno qua per ben 2 anni! Inutile dire che sono la felicità fatta a persona, specialmente perché tra poco (non appena avrà la macchina) verrà a Milano a trovarmi! Non vedo l'ora!!! Ha detto che l'Italia gli piace molto e che il cibo è amazing hahaha, sicuramente quando viene gli farò fare un giro sui Navigli o comunque lo farò divertire come in America nemmeno si immaginano ;D Quando sarà qua aggiornerò il blog così vi dirò cosa si prova a rivedere un amico dopo così tanto tempo!


La terza cosa è invece molto più seria e purtroppo non avrei mai voluto trovarmi nella circostanza di doverla scrivere: circa due settimane fa l'altro Dylan, quello che mi piaceva (quello che seguivo nei corridoi per intenderci) si è tolto la vita a causa di una forte depressione. Non ho molto da aggiungere, solo mi dispiace veramente tantissimo e tante volte bisogna trovare la forza di reagire senza arrivare a certe decisioni. Era un bravissimo ragazzo e sicuramente mancherà a tutti. Come se ciò non bastasse, ho scoperto anche un'altra notizia tragica: non so se ve lo ricordate, ma a Mr Boggess, il mio prof di storia americana, è stata diagnosticata la leucemia. Ha solo 35 anni, una moglie e due bambine, quindi se Dio esiste spero vivamente non faccia accadere un'ennesima tragedia in quella scuola. Tutte le mie preghiere saranno rivolte a lui.

Detto questo, vi lascio e vi auguro una beeeellissima settimana :)
Ci riaggiorniamo quando arriva Dylan, un bacio a tutti
Martina

1 commento: